La prima Audi elettrica. Due motori elettrici che sprigionano 408CV per una coppia complessiva di 660 nm. Disponibili in qualsiasi momento.

Le sensazioni dopo averla provata? Da urlo.

L’Audi e-tron ci ha davvero lasciato senza parole, e ve lo sta dicendo un tipo che credeva che l’elettrico non sarebbe potuto mai essere più “elettrizzante” del rombo 5 cilindri audi. Invece… Non ci siamo solamente ricreduti, ma anche convinti che una RS3, modello che abbiamo provato in parallelo per fare un degno paragone, ha delle serie difficoltà a tenere il passo con il mostruoso 408CV-660NM-265kW-Quattro della e-tron. E non scherziamo.

Anzi, per dirla tutta abbiamo voluto provare per prima la e-tron e subito dopo la RS3, una delle regine Audi Motorsport (l’auto che quasi tutti i fanatici della casa dei quattro anelli sognano, me compreso). E la volete sapere una cosa? Dopo la corsa con la e-tron, non volevamo più scendere.

Un’accelerazione pazzesca, fulminea, una coppia (e che coppia!) completamente e continuamente a disposizione del pilota. Salite, sorpassi, partenze: sembra davvero di essere in un videogioco in cui la potenza dalla vettura è illimitata.

 

Se potete, provatela assolutamente.

Audi sta puntando tantissimo sull’elettrico.
Con la e-tron Audi vuole dimostrare quanto l’elettrico sia una reale occasione, uno scenario realizzabile. Se sono riusciti a costruire la e-tron, costruire una S3 elettrica sarà un gioco da ragazzi. Questo il pensiero del Direttore Eurocar Udine Dott. Angeli.

Una visione del futuro dove l’elettrico sarà il centro del mercato come sviluppo, ma affiancato ancora da tutte le soluzioni endotermiche dell’occasione.

Il mercato non sarà SOLO elettrico. Ci stiamo avvicinando ad un’epoca dove non esistono o benzina o gasolio. Esistono le soluzioni per la persona, per il cliente. Benzina, Gasolio, Ibrido, Ibrido plugin, Elettrico, Metano, ecc.

Non bisogna guardare alle elettriche ne come un miraggio, ne come l’unica soluzione: Non ci piace chi demonizza il motore endotermico.

In ordine da sinistra: Daniele Bardella, Dott. Angeli, Francesco Pastoressa.

Bisogna cambiare coscienza

Il mondo elettrico è ancora un mondo dove il timore che tutto finisca in un battito di ciglia.
C’è la paura che la tecnologia non sia sostenibile, che le batterie non siano compatibili con l’ambiente.

Si parla di investimento. Un progetto a lungo termine che promuoverà la sostenibilità dell’elettrico rispetto al combustibile fossile in continuo esaurimento.

Next-auto.it punta su questo scenario. Ora e sempre!

Ringraziamo Audi Italia, Eurocar Trieste per la disponibilità e l’invito, ma soprattutto per averci fatto toccare con mano un gioiello elettrico come pochi al mondo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui